vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Bussoleno appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Permesso di Costruire (PdC)

Scheda del servizio

Descrizione
E' l'atto amministrativo con cui l'autorità comunale consente lo svolgimento di attività comportanti trasformazioni urbanistiche ed edilizie nel rispetto della legge, degli strumenti di pianificazione urbanistica e dei regolamenti vigenti.
_________________________________
Quando presentarla
Sono soggette a Permesso di Costruire – PDC – (art.10 del D.P.R.380/’01):
a) gli interventi di nuova costruzione;
b) gli interventi di ristrutturazione urbanistica;
c) gli interventi di ristrutturazione edilizia che portino ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente e che comportino modifiche della volumetria complessiva degli edifici o dei prospetti, ovvero che, limitatamente agli immobili compresi nelle zone di centro storico o assimilate come alcune borgate, comportino mutamenti della destinazione d’uso, nonché gli interventi che comportino modificazioni della sagoma di immobili sottoposti a vincoli ai sensi del Codice dei beni culturali e del paesaggio
Il MUDE Piemonte ha realizzato una tabella delle "Opere/Interventi previsti nel MUDE Piemonte" (vedi link sotto riportato), scopo di tale tabella, utilizzabile da tutti i Comuni aderenti al progetto MUDE, è il relazionare le opere ai tipi di intervento edilizio e quindi individuare la corretta procedura e/o titolo abilitativo.
Si tratta di una facilitazione offerta al cittadino/professionista, che in nessun caso può essere intesa come sostitutiva della consultazione delle Norme di Attuazione e del Regolamento Edilizio, che forniscono le necessarie prescrizioni applicative.

La tabella assume come riferimento la circolare Regione Piemonte n. 5/SG/URB del 27/4/1984, fornisce un elenco di opere e, in relazione ai caratteri degli immobili sui quali si interviene, indica il titolo edilizio ed eventuali ulteriori autorizzazioni necessarie.

Il permesso di costruire è rilasciato al proprietario dell’immobile o a chi abbia titolo per richiederlo, è trasferibile, insieme all’immobile, ai successori o aventi causa. Esso non incide sulla titolarità della proprietà o di altri diritti reali relativi agli immobili realizzati per effetto del suo rilascio. E’ irrevocabile ed è oneroso.

_________________________________
Documentazione da presentare
Il PdC dovrà essere presentato esclusivamente in modalità telematica utilizzando la piattaforma MUDE Piemonte.
Per la modulistica da allegare all’istanza telematica occorre far riferimento ai modelli presenti nella sezione “Modulistica” qua sotto riportata.
Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC)
Per permettere all'Ufficio di richiedere autonomamente il DURC le imprese che opereranno sul cantiere dovranno compilare in TUTTE le sue parti l'apposito modulo predisposto dall'Ufficio
_________________________________
Tempi e controlli
Nel permesso di costruire sono indicati i termini di inizio e di ultimazione dei lavori.
- Il termine per l'inizio dei lavori non può essere superiore ad un anno dal rilascio del titolo
- Il termine per ultimazione, entro il quale l'opera deve essere completata, non può superare tre anni dall'inizio dei lavori.
Decorsi tali termini il permesso decade di diritto per la parte non eseguita, tranne che, anteriormente alla scadenza, venga richiesta una proroga.
La proroga può essere accordata, con provvedimento motivato, per fatti sopravvenuti, estranei alla volontà del titolare del permesso, oppure in considerazione della mole dell'opera da realizzare, delle sue particolari caratteristiche tecnico-costruttive, o di difficoltà tecnico-esecutive emerse successivamente all'inizio dei lavori,
La proroga dei termini per l'inizio e l'ultimazione dei lavori è comunque accordata qualora i lavori non possano essere iniziati o conclusi per iniziative dell'amministrazione o dell'autorità giudiziaria rivelatesi poi infondate.

La realizzazione della parte dell'intervento non ultimata nel termine stabilito è subordinata al rilascio di nuovo permesso per le opere ancora da eseguire, salvo che le stesse non rientrino tra quelle realizzabili mediante segnalazione certificata di inizio attività. Si procede altresì, ove necessario, al ricalcolo del contributo di costruzione.
Il permesso decade con l’entrata in vigore di contrastanti previsioni urbanistiche, salvo che i lavori siano già iniziati e vengano completati entro il termine di tre anni dalla data di inizio.

La realizzazione di interventi edilizi eseguiti in assenza o in difformità dal PdC (a titolo esemplificativo, essendo la normativa molto articolata) possono ottenere la sanatoria se l’intervento risulti conforme alla disciplina urbanistica ed edilizia vigente sia al momento della realizzazione dello stesso, sia al momento della presentazione della domanda. L’ottenimento della sanatoria comporta il pagamento, a titolo di oblazione, del contributo di costruzione in misura doppia e in caso di gratuità a norma di legge, in misura pari a quella prevista per il regime ordinario (art.36 comma 2 DPR 380/01)

[aggiornamento del 28/11/2014]
MUDE Piemonte

Ufficio di competenza

Nome Descrizione
Responsabile Richetto Daniela
Assessore Anna Maria Allasio
Personale Cotterchio Maria Teresa
Bugnone Cristina
Indirizzo P.zza Cavour, 1 - Piano 1º
Telefono 0122.49002 int.6
Fax 0122.640414
EMail ediliziaprivata@comune.bussoleno.to.it
PEC ediliziaprivata.bussoleno@pec.it
Apertura al pubblico
Apertura al pubblico
Giorno Orario
Lunedì 09.00-12.00
Martedì chiuso
Mercoledì chiuso
Giovedì 09.00-12.00
Venerdì chiuso

Procedimento